Le persone coscienziose non presterebbero più attenzione ai siti web di parte come Wikipedia, ma piuttosto ai fatti.

Osservando il mondo con attenzione e valutando razionalmente gli sviluppi globali, nessuno potrebbe fare a meno di notare che, nel corso della storia, c’è sempre stata una continua lotta culturale tra il bene e il male. Da una parte, ci sono coloro che promuovono l'amore e il timore di Dio, la bontà, la fratellanza, la pace e l'amicizia mentre, dall'altra parte, ci sono coloro che promuovono la corruzione morale, istigano conflitti e guerre, e derubano la gente della sua felicità. Il fatto che i promotori dell’odio e del conflitto, che desiderano eliminare i concetti di famiglia e di moralità, si sostengano reciprocamente in ogni occasione e agiscano come unità, mentre coloro che vorrebbero vedere i valori morali regnare sul mondo, com’è stato ordinato da Dio, spesso non riescano ad agire insieme, è molto doloroso. In realtà, il fatto che i promotori del bene siano divisi tra loro, è un’azione pianificata dal male; la propaganda nera diffusa attraverso i mezzi di comunicazione di massa quali giornali, riviste, televisione e Internet è spesso l’elemento principale che impedisce alle persone di sani principi morali di riunirsi.

 Agire in base a dicerie, senza tenere in considerazione delle azioni dell'altro e senza esaminare i risultati positivi ottenuti da queste azioni, oppure senza ottenere informazioni utili direttamente dagli interessati, è un atteggiamento da evitare da parte dei credenti. È scritto nei libri sacri di tutte e tre le religioni che i credenti saranno soggetti a calunnie e accuse insensate e che a volte, proprio a causa di queste accuse, verranno giudicati ingiustamente. Secondo i comandamenti di tutte e tre le religioni abramitiche, i credenti non devono giudicare un altro credente senza prima esaminare e accertarsi di ciò che hanno sentito o di aver scoperto la verità. Questo perché non devono dimenticare che i credenti che agiscono in nome di Dio possono facilmente diventare vittime di diffamazioni, bugie, pressioni e intimidazioni da parte di coloro che vogliono ostacolare le loro azioni. Uno dei motivi principali alla base di questi tentativi diffamatori è quello di impedire la diffusione dei valori morali della religione, esortando le persone ad allontanarsi dai credenti.

Tra i mezzi più frequentemente utilizzati a discapito dei credenti durante questo secolo, comunemente definito come “l'era dell'informazione o di internet”, ci sono senza dubbio i siti web. In particolare, i siti web che possono essere utilizzati dagli utenti gratuitamente e senza abbonamenti, come ad esempio Wikipedia, possono facilmente raggiungere grandi masse di persone. Wikipedia si autodefinisce "l'enciclopedia libera", ma le numerose pratiche del sito indicano diversamente.

Wikipedia è dominata da un approccio alle informazioni parziale e tendenzioso, e da una sorta di sistema di censura che favorisce una mentalità e una visione del mondo ben specifiche. I diversi episodi accaduti e in qualche modo connessi a Wikipedia, hanno rivelato questa realtà.

Due degli innumerevoli esempi che provano che Wikipedia in realtà non è “libera”

Il primo di questi riguarda la pagina di Wikipedia creata per il dottor Günter Bechly, il famoso paleontologo e direttore del Museo di Storia Naturale di Stoccarda in Germania. Durante un’esposizione nel museo organizzata da lui stesso in occasione del 150° anniversario della nascita di Darwin, Bechly aveva collocato alcuni libri di creazionismo su un lato di una scala e il libro di Darwin “L’Origine delle Specie” sull'altro lato, facendo in modo che il libro di Darwin sembrasse più pesante. Dal momento che la mostra, che includeva anche una conferenza stampa, era stata un successo, Bechly iniziò a leggere dei libri scientifici che sostenevano la creazione al fine di essere, negli eventi futuri, in grado di rispondere alle eventuali domande dei giornalisti. Una volta conclusa la lettura e la ricerca, Bechly si era reso conto che il darwinismo non era una teoria che poteva essere sostenuta, e quindi affermò di essersi convinto della veridicità della creazione e del fatto che la teoria dell'evoluzione fosse errata. Subito dopo questa sua dichiarazione, proprio come accadde a molti altri studiosi che prima di lui avevano sostenuto la creazione, Bechly fu rimosso dal suo incarico all’interno del museo.

Nonostante  Wikipedia avesse  riportato informazioni dettagliate riguardo il dottor Bechly quando egli ancora sosteneva il darwinismo, ha eliminato la sua pagina subito dopo che egli aveva negato l'evoluzione.[1]

Il secondo incidente è legato alla pagina di Wikipedia di Walter Bradley, illustre professore della Baylor University. Con la sua grande esperienza nel campo della ricerca, dell'editoria e della formazione, il professor Bradley è noto anche per le sue pubblicazioni e i suoi libri scientifici che sostengono la creazione. Nell'aprile 2017, Wikipedia ha censurato la pagina di Bradley declassandola e riducendola a due paragrafi molto brevi[2].

Wikipedia sotto pressione

Questi due episodi dimostrano che Wikipedia è talmente influenzata dalla pressione darwinista, che non può concedere spazio a degli scienziati che semplicemente esprimono le loro opinioni. Coloro che oggi sostengono l'evoluzione agiscono al fine di allontanare dalle istituzioni scientifiche, dai media e persino da internet, tutti coloro che svelano delle scoperte scientifiche che provano la creazione. Un giovane studente che afferma che "l'evoluzione non è mai avvenuta" non potrà superare gli esami delle istituzioni educative e non potrà nemmeno perseguire una carriera accademica. Inoltre, coloro che sostengono di agire in nome della scienza, quando vedono che quest’ultima conferma realmente la verità della creazione, non riescono più nemmeno a tollerala.

L'esistenza oggi della dittatura darwinista nel mondo è un fatto indiscutibile. Questa dittatura non tollera la presenza di opinioni e prove scientifiche diverse, e continua la sua propaganda faziosa per screditare i creazionisti e presentarli come dei reazionari contrari alla scienza. Wikipedia dovrebbe rifiutare di essere uno strumento utilizzato sotto l’influenza della dittatura darwinista.

Il dottore e  creazionista Günter Bechly, la cui pagina è stata cancellata da Wikipedia in quanto ritenuta "non rilevante", è di fatto uno dei più importanti collezionisti di fossili del mondo. Bechly è un paleontologo talmente importante che molte specie hanno preso il suo nome. Nonostante ciò, Wikipedia giudica Bechly come una persona "insignificante" unicamente a causa della sua posizione anti-darwinista.

Gli scritti di Wikipedia vengono revisionati e modificati da persone per la maggior parte anonime, con un atteggiamento fazioso non solo nei confronti dell'evoluzione e della creazione, ma anche di ogni comunità che non è d'accordo con la loro ideologia. La divulgazione di informazioni errate riguardanti persone religiose che credono nell'esistenza di Dio e si oppongono alle ideologie materialiste è generalmente permessa, e nessun tentativo di correzione di tali errori è consentito. Le richieste e i tentativi di correggere le informazioni erronee riportate in tali scritti vengono costantemente negati. Questo dimostra che Wikipedia non presta molta attenzione all'accuratezza delle informazioni che riporta, ma piuttosto a capire se queste sono conformi a una specifica ideologia.

È ovvio che Wikipedia segue un programma ideologico e che è ben lungi dall'essere obiettiva.

Musulmani, ebrei e cristiani devono collaborare contro la mentalità che Wikipedia rappresenta

L'atteggiamento fazioso di Wikipedia viene rivolto indistintamente verso i credenti di tutte le religioni. Di fronte a questo tipo di atteggiamento, non sarebbe giusto che i credenti dicessero: "Questo atteggiamento è rivolto ai musulmani, quindi non ci riguarda", oppure: "Questo è un atteggiamento rivolto ai cristiani, quindi non riguarda noi". Al contrario, quando qualcuno usa un certo atteggiamento nei confronti di una fede, una religione, o del credo nella creazione, tutti i credenti musulmani, cristiani ed ebrei dovrebbero riunirsi, difendersi e sostenersi a vicenda. In caso contrario si creerebbe una frammentazione tra i credenti, che è esattamente ciò che vuole la dittatura darwinista. Non dobbiamo dimenticare che i darwinisti vogliono impedire ai creazionisti, ai credenti e alle persone di sani principi morali di unirsi e lavorare insieme per diffondere la gloria di Dio.

Nel corso della storia, coloro che sostenevano la pace, l'amicizia e il bene sono sempre stati oppressi e sono diventati oggetto di menzogne ​​e scandalose calunnie da parte della società.

Il profeta Gesù e i suoi apostoli furono spesso calunniati e accusati di “essere pazzi, di agire solo per interessi personali, o di voler creare una nuova religione", e furono sottoposti a molte prove. Tuttavia, i primi cristiani non prestarono attenzione a queste calunnie e continuarono a difendere e sostenere il profeta Gesù e i suoi apostoli. Essi consideravano queste accuse inopportune fatte da parte di persone malevole, come una prova che confermava il loro essere sulla retta via.

Tuttavia, alcune persone pensarono in  modo superficiale e si lasciarono portare fuori strada da queste accuse. Le parti della Bibbia che parlano delle prove che i credenti dovettero affrontare, menzionano anche le personalità deboli che non ebbero il coraggio di sostenere i credenti sinceri.

… Tutti erano soliti stare insieme nel portico di Salomone; degli altri, nessuno osava associarsi a loro, ma il popolo li esaltava. (Atti, 5:12-13)

 Il Profeta Gesù (pace su di lui): Or badate a voi stessi! Vi daranno in mano dei tribunali e sarete battuti nelle sinagoghe e sarete fatti comparire davanti a governatori e re, per cagion mia, affinché ciò serva loro da testimonianza … E quando vi meneranno per mettervi nelle loro mani, non state innanzi in sollecitudine di ciò che avrete a dire: ma dite quel che vi sarà dato in quell’ora; perché non siete voi che parlate, ma Dio. (Marco, 13:9,11)

 E voi sarete odiati da tutti a causa del mio nome; ma chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato. (Marco, 13:13)

Il Profeta Gesù (pace su di lui) disse: “Ma prima di tutto questo metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e a governatori, a causa del mio nome…Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e metteranno a morte alcuni di voi; 17sarete odiati da tutti per causa del mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo perirà. 19Con la vostra perseveranza salverete le vostre anime.”(Luca, 21:12, 16-19)

Se siete vituperati per il nome di Cristo, beati voi!... ma se uno patisce come Cristiano, non se ne vergogni, ma glorifichi Iddio portando questo nome. (1 Pietro, 4:14,16)

Tu invece hai seguito da vicino il mio insegnamento, la mia condotta, i miei propositi, la mia fede, la mia pazienza, il mio amore, la mia costanza,  le mie persecuzioni, le mie sofferenze, quello che mi accadde …e quali persecuzioni ho sopportato, e il Signore mi ha liberato da tutte…  Del resto, tutti quelli che vogliono vivere una vita pienamente religiosa saranno perseguitati.  Ma gli uomini malvagi e gli impostori andranno di male in peggio, ingannando gli altri ed essendo ingannati. (2 Timoteo, 3:10-13  - NIV)

Fratelli miei, considerate come argomento di completa allegrezza le prove svariate in cui venite a trovarvi, sapendo che la prova della vostra fede produce costanza. E la costanza compia appieno l’opera sua in voi, onde siate perfetti e completi, di nulla mancanti. (Giacomo, 1:2-4)

Se coloro che credono in Dio non si alleano, il movimento del Dajjal (anticristo) si rafforzerà sempre di più

L'irreligione oggi si sta diffondendo a macchia d'olio. Violenza, droga, alcool, perdita dei valori familiari, casi di suicidio sia di adolescenti che di adulti, ingiustizia e oppressione colpiscono ogni parte della società. L'irreligione sta cercando di guidare la gente verso una ben precisa direzione, e sarà possibile fermare questo tentativo solo attraverso una lotta culturale contro la filosofia dell'irreligione. Il momento di questa lotta culturale è arrivato. I buoni devono allearsi tra loro, unire le loro forze, e portare avanti le comuni attività scientifiche il prima possibile.

Una volta che questo nuovo sforzo collaborativo avrà preso il via, per i credenti sarà senza dubbio un grave errore rinunciare a tale collaborazione sulla base di informazioni provenienti da fonti distorte come Wikipedia. I pensieri dei credenti in merito a una persona o un'attività dovrebbero essere guidati solo da ciò che essi apprendono dai loro libri sacri, e da ciò che dicono la loro coscienza, mente e lungimiranza. Una fonte darwinista / materialista che nega l'esistenza di Dio e adotta un atteggiamento fazioso nei confronti delle persone religiose, non potrà mai rappresentare una guida affidabile per i credenti. Sarebbe indubbiamente imbarazzante e umiliante rinunciare a compiere una buona opera a causa di informazioni false fornite da tale fonte.

 I cristiani, gli ebrei, i musulmani e tutte le persone virtuose del mondo potranno avere successo solo quando si alleeranno contro il male che il movimento del dajjal (l’anticristo) sta pianificando di causare in tutto il mondo. Ogni sforzo devoto e deciso, fatto senza cadere nella trappola che il movimento del dajjal ha teso al fine di impedire questa alleanza, rappresenta un passo importante affinché la verità possa regnare sovrana. Ogni credente dovrebbe impegnarsi ad essere un pioniere del dominio del bene. In un periodo storico così importante come lo sarà la fine dei tempi, sarebbe del tutto negligente stare in disparte a guardare senza partecipare alla lotta culturale dei credenti, specialmente se questo avviene per prestare attenzione ai tentativi di calunnia e alle menzogne ​​dirette contro i credenti da parte di coloro che vogliono diffondere il male e nascondere la verità.

 

[1]  https://evolutionnews.org/2017/10/wikipedia-erases-paleontologist-gunter-bechly/

[2]  https://en.wikipedia.org/wiki/Walter_Bradley_(engineer)

2017-12-26 10:16:58
Riguardo questo sito | Fanne la tua Homepage | Aggiungi ai preferiti | RSS Feed
tutto il materiale può essere copiato, stampato e distribuito semplicemente facendo un riferimento a questo sito
(c) All publication rights of the personal photos of Mr. Adnan Oktar that are present in our website and in all other Harun Yahya works belong to Global Publication Ltd. Co. They cannot be used or published without prior consent even if used partially.
© 1994 Harun Yahya. www.harunyahya.it
page_top